Grazie al "Progetto LINK", finanziato dalle risorse della Società della salute Empolese Valdarno Valdelsa, in collaborazione con gli enti del Terzo settore del territorio, apre anche a Montespertoli al CIAF lo sportello territoriale di accoglienza sociale che mira all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Nello specifico, si potranno rivolgere allo sportello le persone tra i 50 e i 65 anni che hanno perso il lavoro a causa della crisi causata dal Covid-19, donne sole con figli minori, giovani tra i 18 e i 35 anni con bassi livelli di scolarizzazione, piccoli imprenditori o partite iva che, sempre a causa della pandemia, hanno visto ridursi drasticamente la propria attività, oppure persone che beneficiano del reddito di cittadinanza o persone senza fissa dimora.

Lo sportello prevede la presenza di operatori che svolgeranno una prima accoglienza seguita da colloqui approfonditi fino all'orientamento dei percorsi che possono essere di due tipi: occupabilità, da cui partiranno percorsi formativi coerenti con le opportunità offerte dal territorio o inoccupabilità, che prevede il rafforzamento delle proprie capacità con l'obiettivo dell'inserimento lavorativo.


Crediamo molto nel progetto Link, un progetto ambizioso che mette in relazione enti pubblici e terzo settore con l’obiettivo di creare percorsi ed opportunità per cittadini in situazione di svantaggio e fragilità sociale, ma è anche molto di più, la cooprogrammazione e la cooprogettazione pubblico\privata che sta alla base del progetto sono elementi fondativi di un nuovo modo di affrontare le sfide sociali dei nostri territori e gli effetti sono visibili a tutti, in altri comuni dove lo sportello accoglienza è già aperto il numero di accessi in solo due mesi supera quello che era stato previsto per l’intero anno, segno che va ad intercettare un bisogno reale dei cittadini e siamo entusiasti di poterne essere anche noi promotori a Montespertoli. E’ sempre più chiaro che l’inclusione lavorativa sia una risposta efficace al contrasto alle disuguaglianze, alla povertà ed in generale alle difficoltà di molti cittadini." spiega l'Assessore alle politiche sociali e sanitarie, Daniela Di Lorenzo.

Lo sportello al CIAF sarà aperto il 2° e 4° lunedì del mese, dalle 9:30 alle 11:30.

torna all'inizio del contenuto