Scuola, mancanza dei docenti: Il Comune si attiva per aiutare l'Istituto  Comprensivo

Apre lo sportello di ascolto all'interno della scuola media a Montespertoli

Da oltre due anni il Covid e tutte le problematiche ad esso correlate hanno messo a dura prova tutti ma soprattutto i giovani che, improvvisamente e senza strumenti, si sono trovati di fronte a non poche difficoltà e sfide.

 

Nella scorsa giunta l'Amministrazione Mugnaini ha approvato uno studio di fattibilità tecnica e economica relativa alla procedura di gara che costituirà alcuni servizi all'interno dell'Istituto Comprensivo "Don Lorenzo Milani". Una delle novità prevede, in accordo con l'istituto, dal prossimo anno, lo sportello di ascolto e sostegno psicologico per tutti gli alunni/e.

 

Il progetto si articolerà da ottobre a maggio all’interno della scuola secondaria di prima grado Renato Fucini e il professionista si occuperà di valutare, orientare ed eventualmente inviare ai Servizi Territoriali di riferimento la presa in carico di situazioni con un disagio evolutivo e rischio di sviluppo psicopatologico. Lo sportello consiste, quindi, in uno spazio di confronto dedicato agli alunni adolescenti, sarà strutturato all’interno della normale programmazione scolastica ed integrato con le attività di didattica.

“L'Istituto Comprensivo “Don Milani” e l’Amministrazione Comunale di Montespertoli hanno costruito negli anni una sinergia di azioni che ha coinvolto non solo l’organizzazione dei servizi e la logistica, ma anche e soprattutto la condivisione di un Progetto Formativo volto al benessere e all’apprendimento efficace dei nostri alunni e delle nostre alunne." spiegano l'Assessore all'Istruzione Daniela Di Lorenzo e la Dirigente Scolastica Margherita Carloni "La recente delibera di Giunta, che prevede di attivare un servizio di colloqui con uno /a psicologo/a all’interno della Scuola Secondaria di primo grado “Fucini”, va a integrare il progetto di psicologia scolastica da anni attivo nell’Istituto, anch’esso condiviso e finanziato dal Comune nell’ambito del P.T.O.F.. Questo progetto prevede un supporto ai docenti per affrontare le problematiche di gruppo e individuali che si presentano a scuola, nella convinzione che sia fondamentale rendere sempre più efficace l’intervento educativo degli insegnanti che sono i primi punti di riferimento dei bambini e dei ragazzi. Se opportuno la psicologa scolastica incontra anche i genitori e, più raramente i ragazzi. La presenza di una ulteriore figura di psicologo/a all’interno della scuola media, che avrà il contatto diretto con studenti e studentesse, va a integrare le azioni già presenti nel progetto di supporto psicopedagogico e sarà senza dubbio un ulteriore tassello alla promozione del benessere dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze."

 

Il progetto si articolerà in due fasi: a settembre sarà presentata la figura professionale con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi a questa nuova pratica creando le basi per una cultura del “chiedere aiuto” vista come espressione di maturità e responsabilità personale.

 

La seconda fase attiverà lo sportello (da ottobre a maggio) che offrirà consulenze psicologiche durante l’orario scolastico (4 ore mensili). Gli studenti potranno accedere spontaneamente allo Sportello d’Ascolto attraverso appuntamento, previo consenso sottoscritto da parte dei genitori. La consulenza è finalizzata ad attivare, orientare e sostenere le potenzialità dell’utente, promuovendo l’adozione di modalità alternative e maggiormente funzionali nella gestione di particolari conflitti e problemi legati alla crescita. Qualora si presentino situazioni di interesse clinico, verranno attivate le necessarie comunicazioni per l’invio ai Servizi Territoriali di riferimento, per la presa in carico.

 

Nelle prossime settimane sarà organizzato un momento di incontro, insieme alla Dirigente e all'Assessore, per presentare al meglio il ruolo di questa nuova figura all'interno dell'Istituto.

 

(foto di repertorio)

torna all'inizio del contenuto