Oggi a Montespertoli si è svolta la cerimonia per intitolare la sede dell'Avis, collocata in piazza Machiavelli, alla memoria di Angelo Lotti.

Angelo Lotti, scomparso due anni fa, è stato fondatore della sezione Avis di Montespertoli ed a questa ha dedicato un'intera vita di volontariato.



Presente alla cerimonia l'attuale Presidente Carlo Antichi: "Angelo Lotti ha combattuto tante battaglie, soprattutto negli anni '80, per dare un servizio sempre migliore e completo. Tutto il Consiglio ha deciso, all'unanimità, di intitolare questa sede a suo nome e ringraziamo la famiglia Lotti che ci permette di utilizzarla ancora. Vogliamo proseguire con forza l'impegno di Angelo e chiediamo a tutti voi di aiutarci a far capire quanto è importante donare il sangue."



Presente anche la vicepresidente Antonella Cresci e la Presidente dell'Avis Toscana, Claudia Firenze, che racconta "Conoscevo Angelo, ha sempre creduto nell'associazione e con lui si combatteva con il sorriso. E' giusto e doveroso intitolare la sede a lui".



Presenti i figli di Angelo Lotti, che con tanta emozione e commozione hanno ringraziato i presenti, l'associazione e ricordato l'impegno del padre.



"Ringrazio tutte le associazioni presenti oggi. Su Angelo presidente dell'Avis abbiamo raccontato tanto ma io voglio raccontare di Angelo uomo: è stato la prima persona che mi ha fatto conoscere cosa vuol dire far parte di una associazione. Il giorno in cui l'abbiamo salutato è stato un giorno molto difficile, la comunità tutta stava affrontando una pandemia ed il momento è stato straziante. Noi dobbiamo ricordarlo e trasformare in azione tutto il suo impegno, non saremo alla sua altezza ma possiamo seguire il suo esempio. Chi entrerà nella sede Avis ricorderà un nome, una persona, un impegno. Ringrazio infine la famiglia che permette ancora ad Avis l'utilizzo di questa sede. Grazie a tutta la comunità e grazie ad Angelo." conclude il Sindaco Alessio Mugnaini.



La cerimonia si è conclusa con la scopertura della targa creata dal ceramista Alessandro Gozzi.

   

 

torna all'inizio del contenuto