In continuità con gli anni precedenti, l'Amministrazione Comunale di Montespertoli ha deciso di destinare i fondi del 5x1000, che ammontano complessivamente a 3.943,70 euro, alle attività del progetto “Incontriamoci al Parco”.

 

Tra i vari progetti a carattere sociale, sostenuti dall’Amministrazione comunale e volti all’inclusione, Incontriamoci al Parco è un esempio virtuoso di rete sociale che si distingue per la capacità di creare una sinergia tra diversi soggetti: le famiglie che all’interno del progetto continuano ad avere un ruolo da protagonista, l’amministrazione comunale e le associazioni di volontariato.

 

L’esperienza avviata dalla Confraternita Misericordia di Montespertoli ha come obiettivo quello di costruire una rete sociale efficace ed intelligente che mira ad accrescere il più possibile l’autonomia delle persone svantaggiate, creando così il presupposto indispensabile per una vera inclusione sociale.

 

“Percorrere la strada dell’inclusione sociale significa principalmente offrire l’opportunità di essere cittadini a tutti gli effetti.” spiega Daniela Di Lorenzo, Assessore al Sociale del Comune di Montespertoli e aggiunge “Questo non vuol dire negare il fatto che ognuno di noi è diverso o negare la presenza di disabilità, ma vuol dire promuovere condizioni di vita dignitose e un sistema di relazioni appaganti nei confronti di persone che presentano difficoltà nella propria autonomia personale e sociale, in modo che esse possano sentirsi parte integrante di una comunità dove poter agire, scegliere, giocare e vedere riconosciuto il proprio ruolo e la propria identità. Le politiche di sostegno alle persone con disabilità portate avanti della nostra Amministrazione rappresentano un obiettivo da perseguire per mettere a sistema tutte le risorse territoriali di cui il nostro paese dispone. In questi anni le misure di supporto alle politiche di inclusione sociale si sono sostanziate in diversi modi, dalla rimozione delle barriere architettoniche all’assistenza scolastica e domiciliare qualificata, fino ai provvedimenti che hanno facilitato l’inserimento lavorativo. Ricordo, infine, che tutti i cittadini, al momento della dichiarazione dei redditi, possono scegliere di devolvere la loro quota senza alcun costo o aggravio fiscale.”

 

“Incontriamoci al parco, al di là dei vari progetti e laboratori che porta annualmente avanti” prosegue la referente di Incontriamoci al Parco Michela Ragionieri “è nato come risposta all’esigenza di creare una rete tra famiglie e soggetti con disabilità e le istituzioni pubbliche – Comune e Asl – strettamente coinvolte nel percorso di vita del disabile in un’ottica di intenti comuni e di lavoro di comunità: le leggi garantiscono e sanciscono i diritti, ma è la comunità, l’insieme delle persone con i loro comportamenti e atteggiamenti, che rendono tali leggi realmente inclusive”

torna all'inizio del contenuto