La Regione Toscana, l'Amministrazione dello Stato e l'Unione Europea stanno incentivando azioni tese a migliorare e sviluppare servizi di educazione ed accoglienza per l'infanzia di qualità e di tipo universalistico, nonché nell'assicurare quelle condizioni necessarie a favorire la partecipazione dei membri responsabili di cura, ed in particolare delle donne, al mercato del lavoro.

La Regione Toscana con delibera di giunta regionale n. 543 del 17/5/2021 ha approvato gli elementi essenziali dell'avviso regionale finalizzato al sostegno dell'accoglienza dei bambini nei servizi per la prima infanzia (3-36 mesi) per l'anno educativo 2021/2022.

Con successivo D.D. n. 9318 del 21/5/2021 la Regione Toscana ha proceduto all'approvazione di uno specifico avviso pubblico per il sostegno dell'accoglienza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) per l'anno educativo 2021/2022.

Il suddetto avviso è finalizzato a promuovere e sostenere nel territorio regionale della Toscana nell’anno accademico (educativo) 2021/2022 (settembre 2021-luglio 2022) l'accoglienza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) pubblici e privati accreditati di cui al D.P.G.R. 41/r 2013, anche in ottica di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

L'Amministrazione Comunale di Montespertoli ha aderito all'avviso pubblico richiedendo l’assegnazione del relativo contributo economico destinato al finanziamento di uno specifico progetto.

Il Comune di Montespertoli ha richiesto il finanziamento di un progetto educativo finalizzato al consolidamento e rafforzamento dell'offerta del servizio educativo per l’infanzia presente nel territorio comunale, al fine di garantire maggiori opportunità di accesso e di raggiungere standard qualitativi sempre più rispondenti ai bisogni, tesi a soddisfare tutte le domande pervenute, con esaurimento della lista di attesa, anche tramite l’ausilio di convenzioni con nidi privati accreditati.

Tale progetto sarà realizzato grazie all’assegnazione di risorse della Regione Toscana ed al ruolo svolto dalla Regione Toscana, dallo Stato e dall'Unione Europea nel migliorare e sviluppare servizi di educazione ed accoglienza per l'infanzia di qualità e di tipo universalistico, nonché nell'assicurare quelle condizioni necessarie a favorire la partecipazione dei membri responsabili di cura, ed in particolare delle donne, al mercato del lavoro.

Le risorse che la Regione Toscana ha assegnato all'Amministrazione comunale (con D.D. n. 14568 del 18/8/2021), per un importo pari a € 42.254,05, andranno a coprire, in quota parte, la realizzazione di tale progetto.

 

torna all'inizio del contenuto