Si è svolta ieri, domenica 11 Ottobre, presso la Casa del Popolo di Montespertoli la serata per raccontare "I Fatti di Montespertoli" quando, a cavallo dei giorni tra il 10 e il 14 Ottobre 1920, la popolazione di Montespertoli si oppose al primo tentativo di occupazione fascista con successo.

L'iniziativa, realizzata dalla Casa del Popolo, del Circolo ARCI e dall'Associazione Bibli.a.mus, ha avuto un grande successo, coinvolgendo ampiamente la cittadinanza. 

"Una storia che ci ricorda chi siamo e da dove veniamo, senza fare questo sforzo non è possibile immaginare il nostro futuro. Questa storia ci insegna anche che è l'amore che deve guidare chi amministra, furono infatti i consiglieri comunali dell'epoca a organizzare la difesa del Palazzo Comunale: lo fecero perché misero al primo posto il bene comune per il loro territorio, per casa loro e per casa nostra" ha dichiarato il Sindaco Alessio Mugnaini aprendo così la serata.



La prima parte dell'iniziativa è stata coordinata dallo storico Paolo Gennai con l'introduzione sul contesto storico del Prof. Catastini dell'Università di Padova e con il racconto di Franco Fontanelli, nipote di Gino Fontanelli, protagonista dei Fatti. La narrazione è stata intervallata da letture di brani e poesie dello stesso Gino lette magistralmente da Antonio Cappelli.
Alla serata è intervenuto anche il Senatore Dario Parrini che ha ricordato quanto sia importante ancora oggi fare memoria per sconfiggere negazionismo e revisionismo.

La prima parte della serata si è conclusa con il saluto di Giuseppe Matulli, presidente dell'Istituto Storico Toscano della Resistenza. A seguire cena presso la Pizzeria Il Grappolo Rosso.

La seconda parte della serata è stata dedicata a "L'esperienza scolastica del 94" ed è stato proiettato il video che i ragazzi nati nel 1983 realizzarono durante la quarta e la quinta elementare presso la scuola "N. Machiavelli".
Presente l'allora direttore scolastico Franco Quercioli che ha sottolineato quanto quell'esperienza scolastica fosse legata al territorio e quanto fossero proprio i ragazzi a diventare protagonisti del racconto.

"Come proposto dal direttore Quercioli è giusto che tutti i ragazzi protagonisti di quell'esperienza scolastica abbiano modo di tornare a riflettere su quanto fatto e quindi scriverò loro una lettera dove li inviterò a ritirare una copia del video chiedendogli anche di partecipare ad un nuovo progetto con i bambini di oggi. La memoria non è solo passato ma è vivere il presente" ha concluso il Sindaco a fine serata.

Una copia del video realizzato nel '94 verrà inviata anche allo scrittore Antonio Scurati che ha riportato la storia de I Fatti di Montespertoli nel suo romanzo "M - Il figlio del secolo". 

"La Casa del Popolo ha avviato un percorso di ricerca storica e divulgazione per mantenere la memoria collettiva, ci sono altri progetti allo studio che prenderanno forma prossimamente" spiega il Presidente dell'Associazione Casa del Popolo a Montespertoli, Marco Pacciani.

La mostra fotografica con gli articoli dell'epoca su I Fatti di Montespertoli sarà esposta tutto il mese di ottobre al piano terra del Palazzo Comunale. Due copie del video saranno disponibili da oggi presso la Biblioteca comunale di Montespertoli.

Il Comune di Montespertoli intende ringraziare l'organizzazione perfetta dell'Associazione Casa del Popolo, del Circolo ARCI "S. Allende" , di Bibliamus e di tutti i volontari che hanno reso possibile ricordare e raccontare questi fatti.

torna all'inizio del contenuto