Gli studenti delle elementari hanno incontrato Mozart nel “WAM Game”

Un viaggio nella Vienna e nell’Europa della fine del ‘700 fra cortigiani feroci, nobili annoiati, impresari arruffoni e librettisti italiani.


Protagonisti i ragazzi delle classi quinte della scuola primaria di Montespertoli che alcuni giorni fa presso l'auditorium del centro “I Lecci” hanno partecipato a “The WAM Game”, il gioco/spettacolo realizzato dal Maggio Musicale Fiorentino in coproduzione con Venti Lucenti e con la regia e la scrittura scenica a cura di Manu Lalli, che racconta la vita di uno dei più grandi compositori della storia: Wolfgang Amadeus Mozart.


I 4 attori di Venti Lucenti hanno guidato i giovani alunni in una storia divertente e a tratti strampalata, fatta da decine di personaggi che cambiano continuamente di costume, di ruolo, di stato, ma anche di parole, di note meravigliose (opere, concerti, sonate, minuetti, musica sacra) e poi castelli, abbazie, regge, teatri, imperatori, re, papi, duchi, marchesi, cantanti svenevoli, compositori e inventori, odio, desideri, passioni.


Un costante intreccio fra l’arte e la vita dal quale è emerso un ritratto originale, appassionato e malinconico del grande Mozart. Il giovanissimo pubblico è stato coinvolto in una sarabanda di gag e accelerazioni narrative diventando di volta in volta spettatore o interprete.


“Un gioco, ma anche un momento di riflessione sulla storia umana del geniale Amadeus, di ascolto della musica (dal vivo) e un momento di 'didattica' dello spettatore - ha spiegato la regista Lalli - I ragazzi sono stati coinvolti in alcuni momenti della rappresentazione, facendo esercizi di mimo, di gestualità e di identificazione nei personaggi dello spettacolo. Un modo divertente e originale per far scoprire agli studenti, per qualche breve momento e in prima persona, la vicenda umana e musicale di uno dei più grandi compositori di tutti i tempi”. L’iniziativa rientra nell’intenso programma del Maggio Metropolitano 2018.