Testamento biologico: il Comune di Montespertoli istituisce il Registro DAT

A seguito dell'approvazione della legge n. 219 del 22 dicembre 2017, “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”, il Comune di Montespertoli ha istituito, con una delibera di giunta, il Registro delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT).


Una volontà, quella dell’amministrazione di Montespertoli, che era già stata espressa ben tre anni prima della ratifica della legge nel Parlamento italiano, con l’approvazione di una mozione in Consiglio comunale, datata novembre 2014, che impegnava il sindaco a predisporre il Registro.


Il DAT è, in sostanza, ciò che comunemente viene definito “testamento biologico”, ovvero la possibilità per i cittadini di esprimere la propria volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, in previsione di un’eventuale futura incapacità di intendere e di volere e dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte.


Il registro è riservato ai cittadini maggiorenni residenti nel Comune di Montespertoli e ha la finalità di raccogliere le dichiarazioni sul testamento biologico che ogni cittadino avrà redatto e depositato in Comune. La dichiarazione della DAT, per la quale il Comune non può fornire modelli e prestampati, dovrà essere redatta dall'interessato e consegnata personalmente in Comune, firmandola davanti all'Ufficiale di Stato Civile, assieme a una “dichiarazione di deposito”, il cui modulo è fornito dal Comune, recante il numero di annotazione nel registro delle DAT.


Nel caso in cui le condizioni fisiche della persona interessata non consentissero la redazione della DAT in forma scritta, essa potrà essere espressa attraverso videoregistrazione o dispositivi che consentano alla persona con disabilità di comunicare.


Con l'atto relativo al testamento biologico, il cittadino dovrà nominare un “Fiduciario” che ne faccia le veci e lo rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. Il fiduciario, che deve essere una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, dovrà accettare la nomina attraverso la sottoscrizione della DAT o con atto successivo (compilando l'apposito modulo fornito dal Comune).


Altresì, può rinunciare alla nomina con atto scritto che deve essere comunicato al disponente. Si ricorda che, in ogni caso, tutte le dichiarazioni di volontà possono essere rinnovabili, modificabili e revocabili in qualsiasi momento, e che il medico può disattenderle, sempre in accordo con il “fiduciario”, nel caso in cui, ad esempio, vengano scoperte in seguito terapie in grado di offrire concrete possibilità di miglioramento delle condizioni di vita.


Il servizio è erogato dal Comune a titolo completamente gratuito. Per ulteriori informazioni, i cittadini possono recarsi presso l'Urp del Comune di Montespertoli, in piazza del Popolo oppure scrivere a urp@comune.montespertoli.fi.it, o ancora telefonare allo 0571 600217 - 214.


“La legge sul testamento biologico è una grande conquista di civiltà ottenuta dall'ultimo governo - afferma l'assessore alla Sanità del Comune di Montespertoli, Giulia Pippucci - Diritto alla salute e libertà di scelta sono temi su cui questa amministrazione ha rivolto il massimo impegno. Ricordiamo che già da due anni per i residenti di Montespertoli è anche possibile dichiarare la propria volontà per la donazione di organi al momento del rinnovo della propria carta d'identità. Una possibilità che vede il nostro Comune tra i primi in Toscana ad averla attivata”.

Allegati:
Scarica questo file (dlg_00091_19-04-2018.pdf)Delibera[ ]
Scarica questo file (disciplinare dat.odt)Disciplinare[ ]