Importanti investimenti per le scuole nel 2018: il progetto del nuovo polo sarà presentato l'11 gennaio

Il 2018 sarà l'anno delle scuole a Montespertoli. Come ha annunciato il sindaco Giulio Mangani nelle scorse settimane, infatti, con l'anno nuovo partiranno progetti e cantieri che cambieranno il volto ai plessi scolastici presenti sul territorio.

 


In ordine cronologico, il primo intervento che vedrà la luce saranno i lavori per l'adeguamento antisismico della scuola media “Renato Fucini” del capoluogo: il 28 dicembre prossimo è previsto infatti il sorteggio pubblico delle ditte da invitare alla procedura negoziata per appaltare l'opera. In seguito si passerà all'adeguamento antisismico della scuola elementare “Machiavelli”, la cui manifestazione d'interesse è ancora aperta e scade il 15 gennaio.


Per questi due interventi il Comune di Montespertoli ha stanziato circa un milione di euro, di cui una parte (340mila euro) provenienti dal Governo attraverso il Bando per la riqualificazione urbana delle periferie. Oltre al definitivo adeguamento antisismico dell'edilizia scolastica esistente, nell'anno nuovo parte finalmente l'iter per la realizzazione del nuovo polo scolastico che sorgerà nell'area sottostante il piazzale Caduti nei Lager, nella zona in cui è prevista anche la nuova Casa della Salute, andando così a costituire il nuovo polo di servizi del capoluogo.


Il progetto preliminare di questa grande opera sarà presentato alla cittadinanza l'11 gennaio 2018 alle ore 21.30 presso la sala consiliare del municipio, in piazza del Popolo 1 e il primo passo sarà l'avvio dell'esproprio dei terreni.


L'ammontare dell'investimento per la nuova scuola è ancora da quantificare ma comunque non sarà inferiore a 10 milioni di euro. L'Amministrazione guidata da Mangani conta di giungere alla gara di affidamento dell'appalto entro la fine della legislatura.


La progettazione urbanistica complessiva prevede all'interno del polo la scuola media, le elementari e la scuola dell'infanzia, più le necessarie dotazioni sportive, di servizi e gli uffici dell'istituto comprensivo “Don Milani”. In questa prima fase, però, il progetto riguarderà solo le elementari, la scuola d'infanzia e gli uffici.


Le prime a entrare saranno, quindi, 15 classi di Primaria con circa 450 bambini, e di 6 classi di scuola d’infanzia, con 180 bambini: in totale 630 alunni. Nel nuovo polo ci sarà una disposizione degli spazi inedita, ideata in funzione della didattica, con aule molto grandi, spazi comuni, bagni e refettori adiacenti a ogni sezione e poi laboratori e auditorium. Tutto questo per trasmettere al bambino l'idea di casa e farlo sentire in un ambiente familiare e domestico. Naturalmente, si punterà molto sul risparmio energetico: l'orientamento architettonico sarà bioclimatico e i materiali di costruzione e gli accorgimenti impiantistici punteranno sull'autosufficienza energetica.


Infine, da non dimenticare gli ultimi interventi realizzati in questo 2017 nell'ambito della refezione scolastica: con un investimento di oltre 3mila euro, proveniente dall'Azienda Usl Toscana Centro, il centro cottura presente presso la scuola “Montalcini” di Montagnana e il refettorio della “Machiavelli” sono stati dotati di due forni elettrici a uso esclusivo per la produzione di cibi senza glutine e di una macchina per la produzione di pane per celiaci.


“In questi anni abbiamo posto particolare attenzione al settore scolastico - evidenzia l'assessore all'Istruzione del Comune di Montespertoli, Cinzia Farina - Dai servizi all'edilizia scolastica. Su quest'ultima abbiamo fatto e stiamo facendo nel tempo degli investimenti importanti. A conferma di come questa amministrazione sia sempre presente e sensibile alle necessità della scuola”.