Piantati altri 100 alberi sul territorio di Montespertoli

L'amministrazione comunale di Montespertoli conferma la sua anima ecologista, sempre attenta alle tematiche ambientali, attraverso attività culturali e interventi sul territorio. Continua, infatti, l'opera di tutela dell'ambiente e valorizzazione del verde pubblico, con il programma di piantumazione alberi portato avanti dalla giunta guidata dal sindaco Giulio Mangani.


Nelle ultime settimane sono stati piantati 50 cipressi e 40 fusti di querci e lecci nel giardino della scuola elementare “Montalcini” di Montagnana, a completamento del perimetro dell'area verde. Inoltre, sono stati interrati due lecci in piazza del Popolo, altri due nel giardino della scuola elementare “Machiavelli” e tre tigli nella pinetina di Baccaiano.


Salgono, dunque, a quota 500 gli alberi piantati sul territorio di Montespertoli nell'arco degli ultimi tre anni: “Abbiamo terminato l'opera di piantumazione di alberi nel giardino della scuola di Montagnana - spiega l'assessore all'Ambiente del Comune di Montespertoli, Mauro Mucciarelli - Alberi che, ricordiamo, provengono dalla serra comunale realizzata grazie al progetto portato avanti con l'associazione Pacciamama e alla fornitura gratuita da parte del Corpo Forestale dello Stato, in ottemperanza alla cosiddetta legge 'Un albero per ogni neonato'”.


E poi, non sono mancate le iniziative per diffondere la cultura ambientalista, grazie alla terza edizione della “Festa degli Alberi”, promossa da un Comitato organizzativo e finanziata dal Comune. Un'edizione, quella del 2017, che ha visto allargarsi la partecipazione delle associazioni e delle scuole.


“È stata un’esperienza molto soddisfacente - dicono dal Comitato - perché la coesione di tutte le forze in campo ha permesso di svolgere un programma molto ricco di attività ed eventi in diversi ambiti. L'interesse suscitato e la grande partecipazione di cittadini e studenti, sono un grande incoraggiamento a proseguire il cammino iniziato, per radicare la Festa degli Alberi soprattutto nelle scuole, così da perseguire l’intento alla sensibilizzazione e garantirne la continuità, magari con interventi anche durante tutto l’anno scolastico. Un grazie particolare a tutte le persone che con entusiasmo hanno partecipato con proprie foto ad arricchire la mostra fotografica”.


Le associazioni e le singole persone intervenute operano da molti anni nel territorio, in tutta la Toscana e anche in ambito nazionale, e hanno contribuito a dare respiro e qualità alla festa. Oltre alle attività svolte con i bambini di tutte le scuole di Montespertoli e con gli anziani della Casa di Riposo, è stato molto significativo anche il momento di confronto e condivisione di saperi tra agronomi, giardinieri, artisti, scrittori e storici dei giardini, in occasione della presentazione del libro “Gli alberi e noi umani” di Sara Pajossin.


“Ringraziamo il comitato organizzativo per la buona riuscita della manifestazione - aggiunge l'assessore alla Cultura del Comune di Montespertoli, Elena Ammirabile - Quest'anno si sono aggiunti anche altri soggetti che hanno permesso di coinvolgere, con eventi mirati, tutte le scuole comunali, incluso il nido d'infanzia. Questa festa rappresenta una tappa fondamentale per una rinascita della consapevolezza ambientalista e del rispetto della natura, perché permette di affrontare questo tema declinandolo in diversi aspetti, ma soprattutto perché coinvolge i bambini, che sono la comunità del futuro. È un investimento in educazione che, con l'aiuto del comitato, il Comune ritiene importante portare avanti”.