Inaugurata la nuova Cittadella dello Sport a Montespertoli

Stamani l'Amministrazione comunale di Montespertoli ha inaugurato, con il taglio del nastro, i nuovi impianti sportivi in località Molino del Ponte a Baccaiano, alla presenza del ministro per lo Sport, Luca Lotti, del presidente del Consiglio regionale e presidente del Coni provinciale di Firenze, Eugenio Giani, del vicepresidente del comitato regionale Figc, Vasco Brogi, dell'ex sindaco di Montespertoli, Luigi Nigi, del rappresentante del comitato Fidal Toscana, Gianni Stecchi, e dei giovani studenti della scuola media di Montespertoli.


Un nuovo manto erboso sintetico per il campo di calcio sussidiario, una pista di atletica a 6 corsie e un nuovo campo di calcio a 7, oltre a un nuovo sistema di illuminazione e nuove recinzioni. Questi i lavori portati a termine, in anticipo rispetto ai tempi previsti, da parte dell'ATI (associazione temporanea di imprese) tra Tipiesse e Italgreen Eurosquash, per un investimento di 2 milioni di euro.


Un progetto di riqualificazione e ammodernamento fortemente voluto dall'Amministrazione comunale che ha stipulato con le imprese il cosiddetto “contratto di disponibilità”: una forma di partenariato pubblico-privato che prevede la realizzazione di un’opera, destinata all’esercizio di un servizio pubblico, a carico dell’affidatario, con la successiva messa a disposizione a favore dell’Amministrazione comunale a fronte del pagamento di un canone annuo di disponibilità.


Il canone stabilito dall'accordo, che dovrà versare il Comune all'azienda che gestirà gli impianti è di 210mila euro all'anno, una voce di spesa che andrà a incidere nel bilancio comunale a partire dal primo anno successivo al completamento dell’opera e troverà copertura nella parte di spesa corrente, non incidendo dunque sull’indebitamento. La gestione dei nuovi campi, invece, è stata affidata, tramite bando pubblico, all’ASD Montespertoli.


“Siamo felici e orgogliosi di questo giorno - ha detto il sindaco di Montespertoli, Giulio Mangani - Perché siamo riusciti a realizzare questo progetto facendo leva esclusivamente sulle nostre forze, per questo bisogna ringraziare in particolar modo i nostri tecnici, e azzerando l'indebitamento, questo ci ha permesso di liberare risorse per gli investimenti”.


Oggi, gli impianti di Baccaiano si presentano come una vera e propria cittadella dello sport, con campi di calcio, pista d'atletica, piscina, palestra per il basket e la pallavolo e numerosi servizi per rispondere ai gusti degli oltre 1.200 iscritti ad associazioni sportive che la frequentano. Senza dimenticare la palestra di ginnastica già presente, tra i pochi centri riconosciuti dalla Federazione e utilizzata per allenare atlete della Nazionale. La nuova pista di atletica è anche omologata per accogliere gare di atleti disabili.


E non è finita qui: nei prossimi anni, infatti, verrà progettata una nuova palestra, da 200 metri quadrati e due spogliatoi, dedicata agli sport di lotta, oltre al riammodernamento della piscina e degli impianti a efficienza energetica. Un'espansione costante negli anni che si deve all'intuizione dell'ex sindaco di Montespertoli, Luigi Nigi, che nei primi anni '80 decise di spostare dal capoluogo alla frazione di Baccaiano il campo di calcio cittadino, tra lo scetticismo generale della popolazione: “Se abbiamo degli impianti che molti altri comuni ci invidiano lo dobbiamo in primis all'ex sindaco Nigi - ha sottolineato Mangani - che ha avuto la lungimiranza di vedere le potenzialità di sviluppo di quest'area. La dismissione del vecchio campo ci consentirà di recuperare spazi nel capoluogo, per dare nuovi servizi alla cittadinanza. Questo è un obiettivo strategico per noi perché in quell'area si gioca il futuro del capoluogo”.


Durante la giornata, il ministro Lotti ha tirato il primo rigore su uno dei nuovi campi di calcio inaugurati. Un ritorno al passato per il ministro che diversi anni fa militò nella squadra dell'ASD Montespertoli nel campionato di seconda categoria e che nel suo intervento ha chiarito: “Il Ministero non ha messo un euro per questi impianti, ma oggi sono qui per sottolineare il grande lavoro fatto da questa Amministrazione comunale e da quelle che l'hanno preceduta, per dare un nuovo futuro a tutti questi ragazzi presenti. Un'Amministrazione che ha avuto il coraggio, la forza e la lungimiranza di fare un investimento importante. Stiamo lavorando tanto per recuperare gli impianti sportivi in Italia che sembrano cattedrali nel deserto ma che invece possono essere recuperati e rivalutati. Questo è lo scopo per il quale abbiamo messo 100 milioni nel bando 'Sport e periferie' e tra 10 giorni ne metteremo ulteriori 100 milioni, per le società sportive dilettantistiche e per i comuni che hanno voglia di credere in un sogno e rimettere a nuovo gli impianti sportivi. Per troppo tempo nello sport non si è investito, noi invece siamo convinti che lo sport sia un'occasione di sviluppo economico, sportivo e sociale. Questa è la direzione che abbiamo tracciato e se troveremo amministrazioni come quella di Montespertoli faremo sicuramente grandi passi in avanti”.


Sport che non significa soltanto calcio, come ha evidenziato infine Giani: “I risultati poco felici degli ultimi anni ottenuti nell'atletica ci devono far capire che non esiste solo il calcio. E la realtà di Montespertoli fa ben sperare, perché qui ci sono società sportive che sanno fare sinergia, sanno fare squadra, nell'interesse dei ragazzi, affinché ognuno di loro trovi la propria disciplina sportiva”.





Guarda tutte le altre foto della giornata di inaugurazione cliccando qui.

Share