Inaugurato il nuovo Centro diurno alla Casa di riposo

In occasione della 15 edizione della Festa della Fondazione “Da ieri a Oggi” della Casa di Riposo S. Maria della Misericordia di Montespertoli, tenutasi nei giorni scorsi, è stato inaugurato presso la struttura di assistenza il rinnovato Centro diurno, ora più grande e capace di accogliere un numero maggiore di persone.


“Il Timo”, questo il nome coniato per il centro, deve la sua realizzazione alla donazione di Mario Morrocchi, un cittadino di Montespertoli scomparso alcuni anni fa che abitava presso la casa di riposo e che si è sempre impegnato per contribuire a migliorare i servizi sociali del paese.


La struttura potrà accogliere ora 7 persone over 65, di cui 5 non autosufficienti e una con disturbi del comportamento, e sarà aperto dalle 8 alle 20 tutti i giorni, quindi anche i festivi. Le attività previste sono legate ai laboratori che già si tengono per i residenti della casa di riposo, vale a dire quelli di pittura, di canto, di musica, attività di ginnastica motoria, gite esterne, lo “yoga della risata” e la musicoterapia.


“Il Timo”, dunque, vuole essere un'ulteriore risposta ai bisogni del territorio, anche se come sottolinea la presidente della Casa di riposo, Serena Cianti, in accordo con l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Montespertoli, Giulia Pippucci, “la vera sfida oggi è quella di lavorare insieme all’Amministrazione comunale per rilevare i nuovi bisogni sociali, per programmare e dare risposte che vadano oltre la politica di assistenza interna alla struttura. Tutto questo mantenendo la propria dimensione familiare che da sempre caratterizza la nostra Casa di riposo”.


La presidente Cianti ha ricevuto piena disponibilità da parte del Comune a intraprendere questa strada: “E’ sempre una grande soddisfazione poter partecipare e vedere le tantissime attività e i progetti che vengono portate avanti nella nostra Casa di Riposo: tutti esempi che evidenziano lo spirito di innovazione che caratterizza la nostra struttura - sostiene Pippucci - Fondamentale in questo cammino è anche l'apporto dei volontari delle associazioni di Montespertoli (Comitato solidarietà, AvoEvi, Misericordia, PrimaMateria, Scuola Nazionale cani guida, Pacciamama), questo a dimostrazione del legame tra i nostri anziani e la comunità di Montespertoli. Quindi un augurio speciale da parte dell'Amministrazione comunale per questa 15esima edizione e che sia una partenza per altre e future sfide da condividere tutti insieme”.



Share