“Incontriamoci al Parco!”: stare insieme per fare comunità

Tanti bambini, giovani e anziani hanno partecipato sabato pomeriggio all'inaugurazione del nuovo spazio ricreativo “Incontriamoci al Parco!”, aperto presso il Parco Sonnino di Montespertoli. Una struttura fortemente voluta da un piccolo gruppo di genitori volontari che sentivano l'esigenza di avere in paese un luogo di ritrovo per i propri figli in cui fare attività ludiche e formative.


Al taglio del nastro del sindaco Giulio Mangani erano presenti tutti i soggetti che hanno contribuito alla realizzazione dell'iniziativa: la Misericordia, la cooperativa Pegaso che gestisce il parco urbano e i tanti volontari che d'ora in poi gestiranno lo spazio, promuovendo attività ricreative, eventi e laboratori per tutti, dalla pittura alla lettura, dal teatro all’artigianato, dalla botanica all'agricoltura, che hanno come obiettivo “non il prodotto finale - spiega Michela Ragionieri, una dei genitori volontari artefici di Incontriamoci al Parco - ma lo stare insieme e fare comunità. E vista la risposta dei montespertolesi questa sera, le premesse per continuare a crescere ci sono tutte. La diversità deve essere un valore aggiunto, una ricchezza che ognuno potrà portare qui per condividerla, confrontarsi e crescere insieme”.


La struttura multifunzionale è stata ricavata da un locale che la cooperativa Pegaso, gestore del parco urbano di proprietà del Comune, ha dato in comodato gratuito alla Misericordia, mentre la riconversione in spazio ricreativo è stata possibile grazie al 5 per mille donato dai cittadini di Montespertoli al Comune.


“Stiamo raccogliendo i frutti di quanto abbiamo seminato in questi anni - afferma il sindaco - Questo è stato solo un primo passo, ci auguriamo che il nuovo spazio diventi un luogo in cui ognuno abbia la possibilità di esprimersi, dove ci sia anche la possibilità di costruire percorsi di crescita differenti”. Lo spazio è composto da un locale di circa 30 metri quadrati e da un'area esterna, attualmente non attrezzata ma che lo sarà quando arriveranno le stagioni più calde.


“Ringraziamo l'Amministrazione comunale, per essere venuta incontro alle nostre richieste fornendo questa struttura, e a tutti coloro che hanno dato una mano, fornendo materiali, mettendo a disposizione il proprio tempo e la propria professionalità - ha aggiunto Ester Dolce, un'altra volontaria ideatrice del progetto - Siamo contenti della grande partecipazione di oggi e speriamo di riempirlo ogni giorno con questo stesso calore. C'è bisogno però del coinvolgimento di tutti, bisogna fare rete e collaborare”.




Share